sampleImg

  • mar 07 2013

    Open Weekeend Yamaha il 23 e 24 marzo

    Tante novità in casa Yamaha con l’arrivo della primavera. Il primo weekend della bella stagione, sabato 23 e domenica 24 marzo, la casa dei tre diapason aprirà agli appassionati le porte delle concessionarie per ammirare e curiosare le innovazioni apportate ai propri mezzi. Dalla mattina fino alle 9 di sera e con orario continuato sarà possibile vedere i modelli di punta della gamma moto e scooter 2013 della casa di Iwata: il nuovo TMAX Black Max, leader del segmento maxi scooter, i performanti scooter a ruota alta Xenter 125cc e 150cc, l’agguerrito X-MAX 250 MOMO Design, il bicilindrico on/off road XT1200Z Super Ténéré e la nuova maxi Tourer FJR1300A (equipaggiate, rispettivamente, con i nostri Metzeler Tourance EXP e Roadtec Z8 Interact).

    Per i più giovani arrivano i cinquantini Aerox R ed Aerox R Naked, mentre gli amanti delle sport Touring potranno provare le 4 cilindri sia nelle versioni standard che ABS: Fazer 8, FZ1 Fazer, XJ6, XJ6 Diversion e XJ6 Diversion F. Nella gamma street possibili i test ride in sella alle FZ8, FZ1 Fazer ed FZ1.

    Infine, i più fortunati potranno portarsi a casa la moto o lo scooter appena provato. Per partecipare al concorso che mette in palio il mezzo Yamaha provato durante il test ride, è sufficiente portare il codice personale ricevuto via mail dopo la prova. Collegandosi al link indicato nella casella di posta elettronica il concorrente saprà immediatamente se sarà stato baciato dalla dea bendata. Per conoscere il concessionario più vicino a casa e sapere quali moto o scooter si possono provare è disponibile il dealer locator sul sito web ufficiale di Yamaha www.yamaha-motor.it.

  • feb 15 2013

    Motociclismo e solidarietà: un connubio sempre efficace!

    A distanza di pochi mesi, ecco un’altra iniziativa italiana volta a sostenere la Onlus “Bambini nel Deserto”. Si tratta di un’organizzazione umanitaria che opera per lo sviluppo economico e sociale dei popoli africani, in particolare promuove progetti volti a migliorare le condizioni di vita dei bambini. Dopo la raccolta di strumenti, utensili e altri oggetti utili necessari per allestire delle aule volte alla creazione di figure professionali esperte di meccanica, oggi, grazie all’iniziativa organizzata dal moto Club Curve & Tornanti – GSSS, in collaborazione con il Settore Tecnico di FMI, vi presentiamo il progetto “Viaggio solidale alla scoperta del Marocco”.

    In calendario dal 23 aprile al 5 maggio 2013, il viaggio solidale in Marocco è pensato con l’obiettivo di sostenere le piccole economie locali dei luoghi visitati, supportare e collaborare in modo attivo alla realizzazione di progetti solidali in Africa e sensibilizzare la comunità dei viaggiatori verso tematiche di impegno sociale e civile. Per info e adesioni è possibile visitare il sito dedicato cliccando qui.

    Ricordiamo che l’altro progetto umanitario sopra citato, rivolto ai ragazzi residenti nell’orfanotrofio di Cissin in Burkina Faso, il cui obiettivo è formare aspiranti meccanici di moto, sarà presentato durante l’evento Motodays di Roma in programma dal 7 al 10 marzo 2013. In ogni caso, per gli interessati, è possibile contattare direttamente l’organizzazione al seguente indirizzo web www.bambinineldeserto.org.

  • ott 30 2012

    Desert Training Camp Tunisia, scuola di avviamento ai raid!

    Per chiudere in bellezza la stagione motociclistica 2012, nonché per fuggire dall’inverno che lentamente sta abbracciando la penisola, l’equipe di Fabio Fasola, col patrocinio della Federazione Motociclistica Italiana, propone a tutti gli appassionati un programma di tutto rispetto, ovvero il Desert Training Camp Tunisia.

     

    Per intenderci si tratta di un corso teorico e pratico dedicato alla tecnica di guida e di strategia per quanti volessero partecipare ai moto Rally. L’idea nasce dalla combinazione di più elementi: la location (l’Africa da decenni è teatro di competizioni e/o sedute di allenamento dei team e dei piloti più forti del mondo) e il programma stilato da Fabio Fasola sulla base dei successi conseguiti nelle precedenti edizioni dei corsi “Rally” tenuti al Ciocco. La somma delle esperienze e dei consensi avuti ha suggerito, quindi, di promuovere il “concept” di training sul deserto in un vero campo di allenamento.

     

    Il Desert Training Camp Tunisia avrà una durata effettiva di tre giorni (viaggio escluso) con partenza il 26 novembre. Di seguito il programma di una giornata “tipo”:
    1) prima lezione teorica nell’albergo di riferimento (hotel a 4 stelle) per avvicinarsi al contesto del Rally con nozioni preliminari;
    2) inizio delle attività pratiche o di tappa su un percorso studiato per proporre situazioni “racing” e permettere il controllo in marcia degli “allievi”;
    3) studio e analisi critica dell’attività pratica con la verifica dei progressi fatti dai partecipanti. Contestualmente l’equipe di lavoro prepara la tappa successiva con una sezione di lavoro dedicata alla tattica e allo sviluppo delle strategie di gara.

     

    Le moto utilizzate per il corso, noleggiate dall’organizzazione, sono tutte dotate della strumentazione di base per la navigazione nel deserto e degli pneumatici Metzeler. Per partecipare al Desert Training Camp Tunisia non sono richiesti requisiti particolari. È preferibile avere esperienza in sella, tuttavia il corso è rivolto anche ai neofiti.

  • ago 08 2012

    Desert Logic: un po’ vacanza, un po’ competizione!

    Novembre 2012, per gli appassionati di enduro è una data importante perché l’equipe di Fabio Fasola propone nuovamente la formula del Desert Logic. Dal 18 al 24 i deserti della Tunisia saranno palestra per gli appassionati che vorranno sfidare un territorio impervio attraverso dei percorsi pensati per enfatizzare tecnica, navigazione e divertimento. La prerogativa di questa esperienza sarà anche confrontarsi con gli aspetti culturali e tradizioni della Tunisia.

     

    Desert Logic Tunisia 2012 abbandona l’idea del percorso ad anello per abbracciare la soluzione del percorso in linea, ovvero con partenza a Djerba e arrivo a Tunisi (premiando così l’esplorazione del paese). La prima tappa terminerà a Ksar Ghilane; si svolgerà su un tracciato inedito e comprenderà il primo Cannonball Test, una lunga prova speciale che premierà la regolarità di marcia, la navigazione con il road book e il senso di orientamento dei piloti.

     

    La seconda tappa, tra Ksar Ghilane e Tozeur, sarà d’impronta caratteristicamente desertica, sulle piste che collegano l’Oasi tunisina alla più grande città del Sud.
    La terza tappa ad anello, attorno al mitico Chot el Djerid, adotterà la formula “Cannonball”. La quarta tappa, tra Tozeur e Kasserine, prevede piste più dure e l’uso del roadbook è essenziale. La prova speciale premia la navigazione e gli appassionati potranno sperimentare la guida su tratti molto veloci.

     

    La quinta e ultima tappa, tra Kasserine e Tunisi, terminerà a Hammamet, sul mare. La prima parte dirige verso Kairouan, città di fascino culturale, per poi fare rotta a Est verso il Mediterraneo.
    Dal punto di vista regolamentare il Desert Logic rimane una formula viaggio-competizione. Gli interessati dovranno organizzarsi in Team. Storia, informazioni, tariffe e modalità d’iscrizione sono disponibili su www.desertlogic.it. Per l’equipaggiamento tecnico non dimenticate di dare un’occhiata alla gamma di pneumatici off-road Metzeler!

  • lug 16 2012

    Husqvarna TR 650 Strada e TR 650 Terra

    Con cospicuo anticipo rispetto agli appuntamenti dei saloni internazionali che allieteranno l’autunno degli appassionati di motociclette, Husqvarna prende vantaggio sulla concorrenza e “spara” due novità davvero interessanti: la TR 650 Strada e la TR 650 Terra.

     

    I nuovi modelli ripropongono in chiave intelligente un mezzo che con gli opportuni adattamenti si trasforma da motard a enduro, senza perdere di vista il segmento di mercato nel quale, facilmente, diverrà un interessante punto di riferimento.

     

    Le due moto si distinguono per l’elevata agilità e dinamicità di guida. La loro struttura è snella e dal design essenziale e dinamico adatto sia all’impiego off-road non troppo impegnativo, sia al divertimento su asfalto nei percorsi ricchi di curve, staccate e brusche accelerazioni. Caratteristica dei due modelli è il peso relativamente basso, il potente motore monocilindrico e la ciclistica maneggevole e stabile.

     

    A livello tecnico la TR 650 Strada e la TR 650 Terra si basano sull’affidata tecnologia della G 650 GS di BMW Motorrad. Per il loro utilizzo Husqvarna ha scelto il monocilindrico raffreddato ad acqua con due alberi a camme in testa e una cilindrata di 652 cm³; il propulsore ha subito un’iniezione di potenza e ora esprime 58 CV a 7 250 g/min con una coppia massima di 60 Nm a 5 750 g/min.

     

    Gli stessi modelli saranno proposti anche per i neopatentati fino a 25 anni; a tal proposito come optional ex fabbrica viene offerta una variante a potenza ridotta da 35 kW (48 CV) a 7 250 g/min che eroga, invece, una coppia di 54 Nm a 5 750 g/min.

     

    Tra gli interventi di ottimizzazione, il motore ha subito una rivisitazione sul sistema elettronico dell’iniezione di carburante, degli alberi a camme e del rapporto geometrico di compressione.

     

    I modelli Husqvarna TR 650 Strada e TR 650 Terra hanno un telaio in travi di acciaio con telaietto posteriore e rinforzo inferiore avvitato al motore. La sospensione della ruota anteriore ha una forcella telescopica a steli rovesciati dal diametro di 46 millimetri. La ruota posteriore viene guidata da un forcellone a doppio braccio ad alta resistenza torsionale e da un monoammortizzatore centrale collegato attraverso un sistema di leveraggi. L’Husqvarna TR 650 Strada è equipaggiata con ruote in lega di alluminio e pneumatici Metzeler Tourance EXP; l’Husqvarna TR 650 Terra è equipaggiata con cerchi a raggi in lega leggera e pneumatici Metzerler Enduro 3 Sahara.

     

    La nuova Husqvarna TR 650 Strada è equipaggiata di serie con ABS, mentre per la nuova Husqvarna TR 650 Terra l’ABS è disponibile come optional franco fabbrica. Per la guida in condizioni particolari l’ABS è disattivabile.

ROAD RACING 2014

ultimi commenti

iscriviti