sampleImg

  • nov 30 2011

    Campionato FIM 2012 di SuperEnduro: a Genova ancora Blazusiak su Metzeler Six Days Extreme

    Il weekend appena concluso ha dato il via al Campionato FIM 2012 di SuperEnduro. Sabato e domenica nel Palafiera di Genova, davanti ad oltre novemila spettatori, è iniziata la nuova stagione del mondiale che si disputerà durante il 2012 e che vedrà tra le teste di serie, naturalmente, Taddy Blazusiak.

     

    Il campione polacco, fresco vincitore del suo terzo titolo AMA, macina successi in questa disciplina con una facilità disarmante e anche a Genova ha recitato il copione del pilota invincibile. Sulla sua KTM gommata Metzeler Six Days Extreme, Blazusiak ha vinto sia nella giornata di sabato, sia in quella di domenica. In sostanza, quando gareggia in questa disciplina Taddy Blazusiak vince!

     

    Blazusiak ha chiuso a punteggio pieno tutte le manche proponendo lo stesso schema: grande partenza, ritmo improponibile per la concorrenza e vittoria. Poco hanno potuto Joakim Ljunggren (Husaberg), Cristobal Guerrero (KTM), Jonny Walker (KTM), solo per citarne alcuni.

     

    Nelle tre finali conquistate, ad esclusione del mattatore polacco, si sono alternati sul podio Guerrero e Walker nella prima finale; Salvini e Ljunggren nella seconda; Ljunggren e Galindo nella terza.

     

    Il prossimo appuntamento in calendario è previsto per il 10 dicembre a Poznan.

    Avanti così!

  • ott 04 2011

    Metzeler Six Days Extreme e Mika Ahola, campioni del mondo WEC nella classe E3

    Nell’ultimo appuntamento della stagione mondiale di enduro, Metzeler e Mika Ahola hanno raccolto il successo nella categoria E3. Il pilota finlandese insieme a HM-Honda e ai Six Days Extreme si sono resi artefici di una stagione straordinaria conquistando una striscia di nove successi e altri sei podi complessivi. Ahola, in quanto a punteggio, durante la stagione, ha chiuso il campionato con 369 lunghezze, 57 in più del suo diretto avversario. Pensate, il suo risultato peggiore è stato un quarto posto!

     

    Nel weekend appena concluso, per non “rovinare” la media stagionale, Mika ha vinto entrambe le manche precedendo sul traguardo Alex Salvini (Husqvarna) e Marko Tarkkala (Husaberg) sia il sabato, sia la domenica. Il pilota Honda entra cosi di diritto nella storia del WEC avendo vinto, per la prima volta, un titolo in ogni categoria!

     

    Nelle altre due classi i piloti Metzeler sono vice Campioni del Mondo con Cristobal Guerrero (KTM) nella categoria E2 ed Eero Remes (KTM) nella categoria E1.

     

    Complessivamente il weekend ha consegnato a Metzeler tre vittorie (Mika Ahola e Rodrig Thain), due secondi posti (Eero Remes e Cristobal Guerrero) e tre terzi posti (Cristobal Guerrero, Eero Remes e Ivan Cervantes.)

     

    Ecco l’ordine di arrivo delle manche distinto per categoria:

     

    Sabato:
    Classe E1 – Juha Salminen (Husqvarna), Eero Remes (KTM, Metzeler), Fabien Planet (Sherco);
    Classe E2 – Pierre Alexandre Renet (Husaberg), Antoine Meo (Husqvarna), Cristobal Guerrero (KTM, Metzeler);
    Classe E3 – Mika Ahola (HM-Honda, Metzeler), Alex Salvini (Husqvarna), Marko Tarkkala (Husaberg).

     

    Domenica:
    Classe E1 – Rodrig Thain (HM-Honda, Metzeler), Juha Salminen (Husqvarna), Eero Remes (KTM, Metzeler);
    Classe E2 – Antoine Meo (Husqvarna), Cristobal Guerrero (KTM, Metzeler), Ivan Cervantes (GAS GAS, Metzeler);
    Classe E3 – Mika Ahola (HM-Honda, Metzeler), Alex Salvini (Husqvarna), Marko Tarkkala (Husaberg).

     

    Le soddisfazioni in casa Metzeler, però, hanno riguardato anche altre due categorie. Nella Classe EW riservata alle donne, al suo secondo anno nel circuito mondiale, l’affascinante Ludivine Puy (della quale vi abbiamo parlato diversi mesi fa), in sella alla sua GAS GAS gommata Metzeler Six Days Extreme, ha vinto sei gare su sei chiudendo il mondiale a punteggio pieno davanti a Laia Sanz (HM-Honda) e Blandine Dufrene (GAS GAS) e bissando il titolo conquistato nel 2010.

     

    I Six Days Extreme, infine, hanno trionfato anche nella categoria Juniors nella quale Jérémy Joly, giovane pilota francese, ha conquistato il titolo in sella a HM-Honda.

  • set 06 2011

    Campionato Mondiale Enduro, nel Principato di Andorra Metzeler porta a casa 10 podi!

     

    Domenica scorsa, nel Principato di Andorra, un microstato tra la Spagna e la Francia, si è disputato il settimo appuntamento del Campionato Mondiale di Enduro. Al termine dei due giorni di gare Metzeler ha chiuso il weekend con un bottino incredibile: 10 podi con quattro successi, quattro secondi posti e due terzi posti. I nostri Six Days Extreme hanno trionfato in tutte le categorie, E1, E2 ed E3!

     

    Nel dettaglio, nella giornata di sabato, nella classe E1, Eero Remes (KTM) ha vinto con un vantaggio di 7 secondi su Rodrig Thain (HM – Honda) entrambi gommati Metzeler Six Days Extreme, seguiti da Matti Seistola (Husqvana) a 25 secondi. Nella classe E2 Antoine Meo (Husqvarna) ha battuto di un soffio il nostro Ivan Cervantes (KTM). Terzo al traguardo Pierre-Alexandre Renet (Husaberg) a 11 secondi dal leader. Taddy Blazusiak (KTM), reduce dalla strepitosa vittoria conseguita nella terza manche del campionato AMA Endurocross della quale vi abbiamo parlato, ha chiuso in sesta posizione. Infine, nella classe E3, Mika Ahola (HM-Honda) ha battuto di un soffio, appena 2 secondi, Joakim Ljunggren (Husaberg) che ha preceduto di 3 secondi Christophe Nambotin (Gas Gas).

     

    Nella giornata di domenica, nella classe E1, Juha Salminen (Husqvarna) ha preceduto sul traguardo il nostro Eero Remes (KTM) per soli 12 secondi; terzo classificato l’altro pilota del team Husqvarna, Matti Seistola, davanti per 52 secondi a Rodrig Thain (HM – Honda) anch’egli su Metzeler Six Days Extreme. Nella classe E2 Cristobal Guerrero (KTM) ha chiuso la manche al comando davanti a Ivan Cervantes (KTM) staccato di 3 secondi e Antoine Meo (Husqvarna) a 18 secondi. Blazusiak (KTM) ha invece agguantato la quinta posizione a oltre un minuto dalla vetta. Nella classe E3, infine, Christophe Nambotin (Gas Gas), per 1 solo secondo, ha chiuso la manche davanti a Joakim Ljunggren (Husaberg), più efficace rispetto al sabato; Mika Ahola (HM – Honda) ha concluso terzo a 5 secondi.

     

    L’ultimo appuntamento della stagione agonistica, decisivo per l’assegnazione dei titoli iridati piloti e marche, è in calendario per il primo weekend (1 e 2) di ottobre, in Francia.

  • giu 23 2011

    Campionato Mondiale Enduro, in Grecia Metzeler conquista 9 podi ma Johnny Aubert è fuori per infortunio

    Trascorsa neanche una settimana dall’ultimo appuntamento in Turchia, il “circo” del Campionato Mondiale di Enduro si è ritrovato a Kalampaka, in Grecia, sul tracciato di Meteora. Ancora prima del via piloti e team hanno manifestato entusiasmo e preoccupazione per le difficoltà insite nei percorsi, comprendenti una prova in linea di 11 minuti, una estrema da 5 e un cross test da 4 minuti da ripetere per tre giri sia il sabato, sia la domenica. Ad alimentare ulteriori dubbi, poi, la temperatura esterna che nel weekend di gara non è mai scesa sotto i 32 gradi.

     

    A dimostrazione di quanto detto, dei 90 partecipanti al via solo 50 sono riusciti ad arrivare al traguardo dell’ultima tappa del secondo giorno. Problemi tecnici, infortuni e cadute hanno quasi dimezzato i partecipanti mietendo tra l’altro anche vittime illustri come il nostro Johnny Aubert, costretto a due mesi di stop per l’infortunio subìto. Per i Metzeler Six Days Extreme i risultati di rilievo non sono comunque mancati. Il bottino dei due giorni di gara, costituito da 9 podi, ha visto un secondo, un terzo e un quarto posto nella classe E1 con Rodrig Thain ed Eero Remes, due secondi e un terzo posto nella classe E2 con Christobal Guerrero e Ivan Cervantes e due primi e due terzi posti nella classe E3 con Christophe Nambotin e Mika Ahola.

     

    Il primo giorno di gare, nella classe E1 Juha Salminen (Husqvarna) ha vinto la manche in 1 ora 6 minuti e 49,92 secondi, precedendo sul traguardo Rodrig Thain (HM Honda) di 20,26 secondi e Matti Seistola (Husqvarna) di 29,79 secondi. Ai primi tre sono seguiti Eero Remes (KTM), Nicolas Deparrois (Kawasaki) e Lorenzo Santolino (KTM).

     

    Nella classe E2 il successo è andato ad Antoine Meo (Husqvarna) in 1 ora 6 minuti e 32,29 secondi, seguito a 22,70 secondi da Cristobal Guerrero (KTM) e Simone Albergoni (Husqvarna) a 2 minuti. Dietro si sono classificati Antoine Basset (Yamaha) e Jean François Goblet (Yamaha), rispettivamente al quarto e quinto posto.

     

    Infine nella classe E3 Christophe Nambotin (GAS GAS) ha vinto in 1 ora 6 minuti e 9,08 secondi precedendo Joakim Ljunggren (Husaberg) a 1 minuto e 13,07 secondi e Mika Ahola (HM Honda) a 1 minuto e 15,53 secondi. A seguire Kurt Caselli (KTM) e Alex Salvini (Husqvarna).

     



     

    Nel secondo giorno di gare, con i piloti provati dalla fatica, dal caldo e in diversi casi anche dagli infortuni rimediati durante la prima manche, nella classe E1, il successo è andato nuovamente a Juha Salminen che ha concluso in 1 ora 8 minuti e 35,37 secondi seguito da Matti Seistola a 29,28 secondi ed Eero Remes a 29,42 secondi; un soffio!

     

    Nella classe E2 Antoine Meo si è riconfermato in 1 ora 8 minuti e 3,27 secondi davanti a Cristobal Guerrero e Ivan Cervantes (GAS GAS) rispettivamente a 8,52 secondi e a oltre due minuti di distacco.

     

    Nella classe E3, infine, Christophe Nambotin ha bissato il successo della prima manche vincendo in 1 ora, 7 minuti e 34,09 secondi davanti a Kurt Caselli e Mika Ahola staccati di oltre un minuto dalla vetta.

     



     

    Risultati primo giorno:

     

    E1
    1 SALMINEN Juha FIN HUSQVARNA
    2 THAIN Rodrig FRA HM-HONDA – METZELER
    3 SEISTOLA Matti FIN HUSQVARNA

     

    E2
    1 MEO Antoine FRA HUSQVARNA
    2 GUERRERO Cristobal ESP KTM – METZELER
    3 ALBERGONI Simone ITA HUSQVARNA

     

    E3
    1 NAMBOTIN Christophe FRA GAS GAS – METZELER
    2 LJUNGGREN Joakim SWE HUSABERG
    3 AHOLA Mika FIN HONDA – METZELER

     

    Risultati secondo giorno:

     

    E1
    1 SALMINEN Juha FIN HUSQVARNA
    2 SEISTOLA Matti FIN HUSQVARNA
    3 REMES Eero FIN KTM – METZELER

     

    E2
    1 MEO Antoine FRA HUSQVARNA
    2 GUERRERO Cristobal ESP KTM – METZELER
    3 CERVANTES Ivan ESP GAS GAS – METZELER

     

    E3
    1 NAMBOTIN FRA GAS GAS – METZELER
    2 CASELLI Kurt USA KTM
    3 AHOLA Mika FIN HONDA – METZELER

  • giu 16 2011

    Campionato Mondiale Enduro, Metzeler ottiene il 50% dei successi!

    Il weekend appena trascorso ha celebrato un appuntamento sportivo che a Metzeler sta molto a cuore. In Turchia, più precisamente a Fethiye, città nel sud ovest del paese, si è disputato il quarto round del mondiale di enduro. Un campionato che si gioca su otto weekend con due manche ciascuno, una il sabato e una la domenica. Unica eccezione al “solito” programma di gare è stato l’appuntamento turco dove le vicende politiche del paese, in particolare le elezioni, hanno suggerito agli organizzatori di anticipare le competizioni di un giorno spostando le due manche alle giornate di venerdì e sabato.

     

    Di fatto per i 70 piloti iscritti non è cambiato niente! Il caldo era lo stesso, oltre 40 gradi, e i 180 km di prove divisi in 13 speciali cronometrate (delle quali tre prove speciali al giro, un cross test, un enduro test e una estrema) si sono presentati oltremodo tecnici e difficili.

     

    Le principali discipline, “terreno” di battaglia per gli alfieri Metzeler, hanno visto trionfare i nostri Six Days Extreme in tre delle sei gare in programma. In particolare durante la prima manche disputata nella giornata di venerdì, nella classe E1, Metzeler ha raccolto un terzo posto con Eero Remes (KTM) alle spalle di Juha Salminen (Husqvarna) e Matti Seistola (Husqvarna). Nella classe E2 Cristobal Guerrero (KTM) e Ivan Cervantes (GAS GAS) su Metzeler Six Days Extreme, hanno conquistato rispettivamente il primo e il secondo posto precedendo il francese Antoine Meo (Husqvarna). Infine, nella classe E3, gli Six Days Extreme hanno conquistato il primo e il terzo posto con Mika Ahola (Honda) e Christophe Nambotin (GAS GAS) lasciando alla concorrenza la seconda “piazza” raggiunta da Joakim Ljunggren (Husaberg).



     

    Nella seconda manche corsa il sabato, nella classe E1 il nostro Eero Remes (KTM) ha conquistato la seconda posizione dietro Matti Seistola (Husqvarna) e davanti a Juha Salminen (Husqvarna). Nella classe E2 Cristobal Guerrero (KTM) ha chiuso la giornata in terza posizione preceduto da Antoine Meo (Husqvarna), primo, e Pierre Alexandre Renet (Husaberg), secondo. Infine, nella classe E3, Metzeler ha raggiunto il terzo successo del weekend con Mika Ahola (Honda) davanti a Marko Tarkkala (Husaberg), e Joakim Ljunggren (Husaberg).

     

    Come mostrano le classifiche, a otto manche dalla fine del campionato la rincorsa al titolo mondiale da parte dei piloti Metzeler è ancora decisamente aperta. Nella classe E1 29 punti dividono Eero Remes dalla vetta; nella classe E2 Ivan Cervantes insegue la leadership con 24 punti di svantaggio; mentre nella classe E3, con nostra grande soddisfazione, Mika Ahola continua ad allungare inesorabilmente sui suoi avversari forte dei 43 punti di scarto che lo separano dal primo degli inseguitori.



     

    Classifica Mondiale Classe E1

     

    Classifica Mondiale Classe E2

     

    Classifica Mondiale Classe E3

ROAD RACING 2014

ultimi commenti

iscriviti