sampleImg

  • apr 03 2012

    Metzeler sbaraglia la concorrenza nel secondo appuntamento del WEC 2012!

    Secondo appuntamento della stagione WEC e nuova conferma per Metzeler che ha allungato la striscia di successi colti dai suoi pneumatici, gli Six Days Extreme, sia nella classe E1, sia nella Classe E3. In entrambe le categorie Metzeler ha fatto il pieno!

     

    Nella E1 Antoine Meo, pilota KTM, si è aggiudicato le prove di sabato e domenica scorsi davanti a un altro pilota Metzeler, Simone Albergoni, che ha concluso la gara giungendo una volta terzo e una volta secondo. Gli altri piloti Metzeler, Eero Remes e Rodrig Thain, hanno guadagnato rispettivamente un terzo posto e un quinto e sesto posto.

     

    Nella E3 invece, tutto uguale! Christophe Nambotin, pilota KTM – Metzeler, ha conquistato altri due successi nelle manche di sabato e di domenica. Dietro di lui con due secondi posti nelle prove del weekend un altro nostro pilota, David Knight, anch’egli motorizzato KTM.

     

    Nelle due classi E1 e E3, nei primi due posti della classifica generale piloti, ci sono solo uomini Metzeler!

     

    Infine, nella classe E2, Metzeler ha conquistato due secondi posti con Cristobal Guerrero e un terzo posto, il sabato, con Johnny Aubert.

     

    Il bilancio Metzeler del weekend disputato a San Juan, in Argentina, si chiude quindi con quattro vittorie (due con Meo e due con Nambotin), cinque secondi posti (Knight due volte, Albergoni, Guerrero due volte) e tre terzi posti (Aubert, Albergoni, Remes).

     

    Il tour americano del WEC è stato grandioso. In una sola settimana i Metzeler Six Days Extreme hanno totalizzato complessivamente 8 vittorie, 8 secondi posti e 4 terzi posti. Per il prossimo appuntamento ci sarà da aspettare; si correrà in Europa, in Spagna, solamente il 5 maggio prossimo.

     

    Sabato:
    Classe E1: Antoine MEO (KTM, Metzeler), Marc BOURGEOIS (Yamaha), Simone ALBERGONI (HM Honda, Metzeler).
    Classe E2: Ivan CERVANTES (Gas Gas), Cristobal GUERRERO (KTM – Metzeler), Johnny AUBERT (KTM, Metzeler).
    Classe E3: Christophe NAMBOTIN (KTM, Metzeler), David KNIGHT (KTM, Metzeler), Joakim LJUNGGREN (Husaberg).
    Classe EJ: Jonathan MANZI (KTM), Mathias BELLINO (Husaberg) Kevin BENAVIDES (KTM, Metzeler).
    Classe EY: Giacomo REDONDI (KTM), Benjamin HERRERA (TM), Stefano CAIMI (Yamaha).

     

    Domenica:
    Classe E1: Antoine MEO (KTM, Metzeler), Simone ALBERGONI (HM Honda, Metzeler), Eero REMES (KTM, Metzeler).
    Classe E2: Juha SALMINEN (Husaqvarna), Cristobal GUERRERO (KTM, Metzeler); Ivan CERVANTES (Gas Gas).
    ClassE E3: Christophe NAMBOTIN (KTM, Metzeler), David KNIGHT (KTM, Metzeler), Joakim LJUNGGREN (Husaberg).
    Classe EJ: Jonathan MANZI (KTM), Mathias BELLINO (Husaberg), Kevin BENAVIDES (KTM, Metzeler).
    ClassE EY: Giacomo REDONDI (KTM), Benjamin HERRERA (TM), Stefano CAIMI (Yamaha).

  • mar 28 2012

    WEC 2012 – Cile: nella prima tappa mondiale Metzeler domina nelle classi E1 ed E3

    Caldo è anche sinonimo di motociclismo e con l’arrivo della primavera coincide la partenza di tutti i campionati più importanti in ambito motociclistico. Domenica scorsa è stata la volta del CIV (del quale abbiamo già parlato) e del mondiale Enduro, un’altra specialità nella quale Metzeler fa sempre bene!

     

    A ribadire l’affidabilità degli pneumatici Six Days Extreme e le loro eccezionali performance ci hanno pensato i piloti Metzeler che hanno conquistato il gradino più alto del podio nelle classi E1 ed E3.

     

    Nella prima gara del Campionato Mondiale Enduro 2012, disputata a Talca, in Cile, Metzeler ha ottenuto i suoi successi grazie ad Antoine Meo nella classe E1 e a Christophe Nambotin che ha centrato un grandioso “due su due” nella classe E3 nelle prove di sabato e domenica.

     

    Antoine Meo, nuovo pilota ufficiale del team KTM, al momento ha in tasca 40 punti, 8 in più rispetto al suo avversario diretto e pilota ufficiale HM Honda, Rodrig Thain, anch’egli gommato Metzeler e “reduce” da un 2° e un 3° posto nella competizione. Simone Albergoni, invece, il secondo giorno, è salito sul 2° gradino del podio.

     

    Nella categoria E3, Christophe Nambotin, su KTM equipaggiata con Metzeler Six Days Extreme, ha vinto entrambe le giornate e, come Meo in E1, conduce con 40 punti la classifica iridata davanti al suo diretto avversario Aigar Leok. Nella seconda giornata, David Knight, altro pilota Metzeler, ha conquistato il 2° posto.

     

    La sintesi del weekend Metzeler, quindi, vede quattro vittorie (due con Meo e due con Nambotin), tre secondi posti (Knight, Albergoni, Thain) e un terzo posto (Thain). Per quanto riguarda gli altri piloti Metzeler, l’ex-Crossman Manuel Monni, al suo debutto nel WEC, ha conquistato due ottavi posti, mentre il pilota del team HM Honda, Karl Svensson, ha ottenuto un 5° piazzamento nella prima giornata. Kevin Benavides, infine, ha avuto un inizio brillante cogliendo un 4° posto nella prima giornata e un 5° nella seconda.

     

    Prossimo appuntamento iridato per il weekend venturo sarà a San Juan, in Argentina. Avanti così!

     

    Sabato:
    Class E1: Antoine MEO (KTM, Metzeler), Rodrig THAIN (HM Honda, Metzeler), Marc BOURGEOIS (Yamaha);
    Classe E2: Juha SALMINEN (Husqvarna), Ivan CERVANTES (Gas Gas), Oscar BALLETTI (Beta);
    Classe E3: Christophe NAMBOTIN (KTM, Metzeler), Aigar LEOK (TM), Oriol MENA (Husaberg).
    Classe EJ: Mathias BELLINO (Husaberg), Dany MCCANNEY (Gas Gas), Alexandre QUEYREYRE (Yamaha).
    Classe EY: Benjamin HERRERA (TM), Giacomo REDONDI (KTM), Stefano CAIMI (Yamaha).

     

    Domenica:
    Classe E1: Antoine MEO (KTM, Metzeler), Simone ALBERGONI (HM Honda, Metzeler), Rodrig THAIN (HM Honda, Metzeler);
    Classe E2: Pierre-Alexandre RENET (Husaberg), Ivan CERVANTES (Gas Gas), Alex SALVINI (Husqvarna);
    Classe E3: Christophe NAMBOTIN (KTM, Metzeler), David KNIGHT (KTM, Metzeler), Aigar LEOK (TM).
    Classe EJ: Mathias BELLINO (Husaberg), Victor GUERRERO (KTM), Dany MCCANNEY (Gas Gas).
    Classe EY: Giacomo REDONDI (KTM), Benjamin HERRERA (TM), Santiago ISAZA (KTM).

  • feb 03 2012

    Hell’s Gate 2012, che l’incubo abbia inizio!

    Iscriversi è facilissimo! Come suggeriscono nel sito ufficiale della manifestazione www.hellsgate.it, è possibile trovare tutto on line. Altro discorso, invece, è partecipare o meglio, concludere tutto il percorso.

     

    In rete sono disponibili numerosi video relativi a questa competizione, nella quale la difficoltà insita nei percorsi scelti va a braccetto con la fatica e lo sforzo psico-fisico richiesto per restare in sella alla moto.

     

    Metzeler ha deciso di esserci anche come partner dell’iniziativa perché come fornitore di pneumatici la partecipazione dei Metzeler Six Days Extreme è scontata.

     

    Fabio Fasola, attore e “produttore” di questa competizione, ha apportato piccoli aggiustamenti alla formula che rimane sostanzialmente invariata. Il percorso resta fedele al tracciato scelto lo scorso anno, ma il Trofeo Hell’s Gate (letteralmente tradotto significa “la porta del diavolo”) sarà consegnato solo al termine (per quelli che riusciranno) dei cinque giri. Per gli appassionati che accorreranno alla manifestazione si rammenta che il venerdì l’ingresso è libero e che è previsto un servizio navette da e per la location. Si consiglia quindi di lasciare l’auto nelle vicinanze e di muoversi solamente attraverso il servizio apposito.

     

    Il programma avrà inizio venerdì 17 febbraio con le operazioni preliminari previste dalle ore 14 alle ore 21. Sabato, alle ore 7, prenderà il via la fase eliminatoria della gara che consta di quattro passaggi con una prova speciale in linea (prevista durante il primo giro) e un Controllo di Passaggio. I primi trenta piloti che avranno concluso l’intero percorso proseguiranno con la seconda parte di gara: la Fase Finale. Questa avrà luogo a partire dalle ore 15.30.

     

    L’ordine di partenza, stile supermoto, sarà determinato in base alla classifica stilata la mattina. Per il resto la formula della gara è semplice e spietata. A ogni Controllo di Passaggio, dal primo al quarto giro, vengono eliminati tutti i piloti in gara che hanno accumulato un ritardo dal leader superiore a 40 minuti. La formula si ripete anche nell’ultimo passaggio ma la soglia di eliminazione (ovvero il ritardo massimo ammissibile dal leader) passa dai 40 ai 30 minuti. Il pilota che conclude per primo la scalata all’Hell’s Peak (il picco del diavolo, il nome è tutto un programma..) sarà il vincitore dell’edizione 2012.

     

    Facile no?!?

  • nov 30 2011

    Campionato FIM 2012 di SuperEnduro: a Genova ancora Blazusiak su Metzeler Six Days Extreme

    Il weekend appena concluso ha dato il via al Campionato FIM 2012 di SuperEnduro. Sabato e domenica nel Palafiera di Genova, davanti ad oltre novemila spettatori, è iniziata la nuova stagione del mondiale che si disputerà durante il 2012 e che vedrà tra le teste di serie, naturalmente, Taddy Blazusiak.

     

    Il campione polacco, fresco vincitore del suo terzo titolo AMA, macina successi in questa disciplina con una facilità disarmante e anche a Genova ha recitato il copione del pilota invincibile. Sulla sua KTM gommata Metzeler Six Days Extreme, Blazusiak ha vinto sia nella giornata di sabato, sia in quella di domenica. In sostanza, quando gareggia in questa disciplina Taddy Blazusiak vince!

     

    Blazusiak ha chiuso a punteggio pieno tutte le manche proponendo lo stesso schema: grande partenza, ritmo improponibile per la concorrenza e vittoria. Poco hanno potuto Joakim Ljunggren (Husaberg), Cristobal Guerrero (KTM), Jonny Walker (KTM), solo per citarne alcuni.

     

    Nelle tre finali conquistate, ad esclusione del mattatore polacco, si sono alternati sul podio Guerrero e Walker nella prima finale; Salvini e Ljunggren nella seconda; Ljunggren e Galindo nella terza.

     

    Il prossimo appuntamento in calendario è previsto per il 10 dicembre a Poznan.

    Avanti così!

  • ott 04 2011

    Metzeler Six Days Extreme e Mika Ahola, campioni del mondo WEC nella classe E3

    Nell’ultimo appuntamento della stagione mondiale di enduro, Metzeler e Mika Ahola hanno raccolto il successo nella categoria E3. Il pilota finlandese insieme a HM-Honda e ai Six Days Extreme si sono resi artefici di una stagione straordinaria conquistando una striscia di nove successi e altri sei podi complessivi. Ahola, in quanto a punteggio, durante la stagione, ha chiuso il campionato con 369 lunghezze, 57 in più del suo diretto avversario. Pensate, il suo risultato peggiore è stato un quarto posto!

     

    Nel weekend appena concluso, per non “rovinare” la media stagionale, Mika ha vinto entrambe le manche precedendo sul traguardo Alex Salvini (Husqvarna) e Marko Tarkkala (Husaberg) sia il sabato, sia la domenica. Il pilota Honda entra cosi di diritto nella storia del WEC avendo vinto, per la prima volta, un titolo in ogni categoria!

     

    Nelle altre due classi i piloti Metzeler sono vice Campioni del Mondo con Cristobal Guerrero (KTM) nella categoria E2 ed Eero Remes (KTM) nella categoria E1.

     

    Complessivamente il weekend ha consegnato a Metzeler tre vittorie (Mika Ahola e Rodrig Thain), due secondi posti (Eero Remes e Cristobal Guerrero) e tre terzi posti (Cristobal Guerrero, Eero Remes e Ivan Cervantes.)

     

    Ecco l’ordine di arrivo delle manche distinto per categoria:

     

    Sabato:
    Classe E1 – Juha Salminen (Husqvarna), Eero Remes (KTM, Metzeler), Fabien Planet (Sherco);
    Classe E2 – Pierre Alexandre Renet (Husaberg), Antoine Meo (Husqvarna), Cristobal Guerrero (KTM, Metzeler);
    Classe E3 – Mika Ahola (HM-Honda, Metzeler), Alex Salvini (Husqvarna), Marko Tarkkala (Husaberg).

     

    Domenica:
    Classe E1 – Rodrig Thain (HM-Honda, Metzeler), Juha Salminen (Husqvarna), Eero Remes (KTM, Metzeler);
    Classe E2 – Antoine Meo (Husqvarna), Cristobal Guerrero (KTM, Metzeler), Ivan Cervantes (GAS GAS, Metzeler);
    Classe E3 – Mika Ahola (HM-Honda, Metzeler), Alex Salvini (Husqvarna), Marko Tarkkala (Husaberg).

     

    Le soddisfazioni in casa Metzeler, però, hanno riguardato anche altre due categorie. Nella Classe EW riservata alle donne, al suo secondo anno nel circuito mondiale, l’affascinante Ludivine Puy (della quale vi abbiamo parlato diversi mesi fa), in sella alla sua GAS GAS gommata Metzeler Six Days Extreme, ha vinto sei gare su sei chiudendo il mondiale a punteggio pieno davanti a Laia Sanz (HM-Honda) e Blandine Dufrene (GAS GAS) e bissando il titolo conquistato nel 2010.

     

    I Six Days Extreme, infine, hanno trionfato anche nella categoria Juniors nella quale Jérémy Joly, giovane pilota francese, ha conquistato il titolo in sella a HM-Honda.

ROAD RACING 2014

ultimi commenti

iscriviti