sampleImg

  • ott 04 2011

    Metzeler Six Days Extreme e Mika Ahola, campioni del mondo WEC nella classe E3

    Nell’ultimo appuntamento della stagione mondiale di enduro, Metzeler e Mika Ahola hanno raccolto il successo nella categoria E3. Il pilota finlandese insieme a HM-Honda e ai Six Days Extreme si sono resi artefici di una stagione straordinaria conquistando una striscia di nove successi e altri sei podi complessivi. Ahola, in quanto a punteggio, durante la stagione, ha chiuso il campionato con 369 lunghezze, 57 in più del suo diretto avversario. Pensate, il suo risultato peggiore è stato un quarto posto!

     

    Nel weekend appena concluso, per non “rovinare” la media stagionale, Mika ha vinto entrambe le manche precedendo sul traguardo Alex Salvini (Husqvarna) e Marko Tarkkala (Husaberg) sia il sabato, sia la domenica. Il pilota Honda entra cosi di diritto nella storia del WEC avendo vinto, per la prima volta, un titolo in ogni categoria!

     

    Nelle altre due classi i piloti Metzeler sono vice Campioni del Mondo con Cristobal Guerrero (KTM) nella categoria E2 ed Eero Remes (KTM) nella categoria E1.

     

    Complessivamente il weekend ha consegnato a Metzeler tre vittorie (Mika Ahola e Rodrig Thain), due secondi posti (Eero Remes e Cristobal Guerrero) e tre terzi posti (Cristobal Guerrero, Eero Remes e Ivan Cervantes.)

     

    Ecco l’ordine di arrivo delle manche distinto per categoria:

     

    Sabato:
    Classe E1 – Juha Salminen (Husqvarna), Eero Remes (KTM, Metzeler), Fabien Planet (Sherco);
    Classe E2 – Pierre Alexandre Renet (Husaberg), Antoine Meo (Husqvarna), Cristobal Guerrero (KTM, Metzeler);
    Classe E3 – Mika Ahola (HM-Honda, Metzeler), Alex Salvini (Husqvarna), Marko Tarkkala (Husaberg).

     

    Domenica:
    Classe E1 – Rodrig Thain (HM-Honda, Metzeler), Juha Salminen (Husqvarna), Eero Remes (KTM, Metzeler);
    Classe E2 – Antoine Meo (Husqvarna), Cristobal Guerrero (KTM, Metzeler), Ivan Cervantes (GAS GAS, Metzeler);
    Classe E3 – Mika Ahola (HM-Honda, Metzeler), Alex Salvini (Husqvarna), Marko Tarkkala (Husaberg).

     

    Le soddisfazioni in casa Metzeler, però, hanno riguardato anche altre due categorie. Nella Classe EW riservata alle donne, al suo secondo anno nel circuito mondiale, l’affascinante Ludivine Puy (della quale vi abbiamo parlato diversi mesi fa), in sella alla sua GAS GAS gommata Metzeler Six Days Extreme, ha vinto sei gare su sei chiudendo il mondiale a punteggio pieno davanti a Laia Sanz (HM-Honda) e Blandine Dufrene (GAS GAS) e bissando il titolo conquistato nel 2010.

     

    I Six Days Extreme, infine, hanno trionfato anche nella categoria Juniors nella quale Jérémy Joly, giovane pilota francese, ha conquistato il titolo in sella a HM-Honda.

  • giu 28 2011

    Metzeler Six Days Extreme e Taddy Blazusiak in vetta all’Erzberg Rodeo

    Le edizioni dell’Erzberg Rodeo, una delle gare di enduro della durata di un solo giorno più difficili al mondo, con quella appena conclusa sono diciassette, cinque delle quali le ha vinte il nostro Taddy Blazusiak! Il pilota ufficiale del team KTM gommato Metzeler Six Days Extreme si conferma dominatore assoluto della disciplina dell’enduro, in particolare nelle “varianti” dell’indoor e dell’estremo.

    Confrontarsi con Blazusiak significa competere esclusivamente per le posizioni di rincalzo. E anche nell’edizione 2011 dell’Erzberg Rodeo, in Austria, non c’è stata storia. Blazusiak in sella alla sua 250 due tempi ha preso la testa della gara e l’ha lasciata solo per un errore. Jarvis, primo, ha saltato un check point riconsegnando la leadership a Blazusiak. Fine dei giochi. Nelle posizioni di vertice non ci sono state altre sorprese.

     

    Pensate, degli oltre 1500 partecipanti al via solo 500 vengono “selezionati” durante il prologo e possono accedere alla gara di enduro. Di questi, solo nove sono riusciti a tagliare il traguardo entro il tempo limite stabilito dall’organizzazione. Nell’ordine, Blazusiak ha preceduto il pluricampione di Trial Dougie Lampkin e Johnny Walker chiudendo il percorso in due ore, dodici minuti e tre secondi.

     

     

     

    Tanti i nomi illustri che hanno partecipato alla competizione, tra questi Stefan Everts, Cyril Despres e Jürgen van der Gorbergh. L’Erzberg Rodeo si corre in una miniera di ferro a cielo aperto e per darvi un’idea di cosa significhi parteciparvi, abbiamo pensato di proporvi il video relativo a questa edizione 2011.

     

     


  • giu 16 2011

    Campionato Mondiale Enduro, Metzeler ottiene il 50% dei successi!

    Il weekend appena trascorso ha celebrato un appuntamento sportivo che a Metzeler sta molto a cuore. In Turchia, più precisamente a Fethiye, città nel sud ovest del paese, si è disputato il quarto round del mondiale di enduro. Un campionato che si gioca su otto weekend con due manche ciascuno, una il sabato e una la domenica. Unica eccezione al “solito” programma di gare è stato l’appuntamento turco dove le vicende politiche del paese, in particolare le elezioni, hanno suggerito agli organizzatori di anticipare le competizioni di un giorno spostando le due manche alle giornate di venerdì e sabato.

     

    Di fatto per i 70 piloti iscritti non è cambiato niente! Il caldo era lo stesso, oltre 40 gradi, e i 180 km di prove divisi in 13 speciali cronometrate (delle quali tre prove speciali al giro, un cross test, un enduro test e una estrema) si sono presentati oltremodo tecnici e difficili.

     

    Le principali discipline, “terreno” di battaglia per gli alfieri Metzeler, hanno visto trionfare i nostri Six Days Extreme in tre delle sei gare in programma. In particolare durante la prima manche disputata nella giornata di venerdì, nella classe E1, Metzeler ha raccolto un terzo posto con Eero Remes (KTM) alle spalle di Juha Salminen (Husqvarna) e Matti Seistola (Husqvarna). Nella classe E2 Cristobal Guerrero (KTM) e Ivan Cervantes (GAS GAS) su Metzeler Six Days Extreme, hanno conquistato rispettivamente il primo e il secondo posto precedendo il francese Antoine Meo (Husqvarna). Infine, nella classe E3, gli Six Days Extreme hanno conquistato il primo e il terzo posto con Mika Ahola (Honda) e Christophe Nambotin (GAS GAS) lasciando alla concorrenza la seconda “piazza” raggiunta da Joakim Ljunggren (Husaberg).



     

    Nella seconda manche corsa il sabato, nella classe E1 il nostro Eero Remes (KTM) ha conquistato la seconda posizione dietro Matti Seistola (Husqvarna) e davanti a Juha Salminen (Husqvarna). Nella classe E2 Cristobal Guerrero (KTM) ha chiuso la giornata in terza posizione preceduto da Antoine Meo (Husqvarna), primo, e Pierre Alexandre Renet (Husaberg), secondo. Infine, nella classe E3, Metzeler ha raggiunto il terzo successo del weekend con Mika Ahola (Honda) davanti a Marko Tarkkala (Husaberg), e Joakim Ljunggren (Husaberg).

     

    Come mostrano le classifiche, a otto manche dalla fine del campionato la rincorsa al titolo mondiale da parte dei piloti Metzeler è ancora decisamente aperta. Nella classe E1 29 punti dividono Eero Remes dalla vetta; nella classe E2 Ivan Cervantes insegue la leadership con 24 punti di svantaggio; mentre nella classe E3, con nostra grande soddisfazione, Mika Ahola continua ad allungare inesorabilmente sui suoi avversari forte dei 43 punti di scarto che lo separano dal primo degli inseguitori.



     

    Classifica Mondiale Classe E1

     

    Classifica Mondiale Classe E2

     

    Classifica Mondiale Classe E3

  • feb 22 2011

    Hell’s Gate 2011, quasi impossibile..

    Dopo otto edizioni il fascino della manifestazione è rimasto immutato. Hell’s Gate è ancora una competizione di enduro estremo e negli anni il prestigio e le difficoltà sono cresciuti. Fabio Fasola, una vita prestata alle competizioni off road, per il 2011, ha organizzato una competizione aperta a tutti ma con un livello di difficoltà estremamente selettivo. In realtà è proprio questa la formula della gara.

     

    La vittoria è andata a Graham Jarvis che ha preceduto di oltre venti minuti Dougie Lampkin. Jarvis ha condotto in solitaria la prima manche del mattino fatta di 4 giri per 16 chilometri di gara. Nel pomeriggio, i trenta finalisti si sono sfidati nuovamente con una formula diversa. Tutti contro tutti, ma completare i cinque giri è già un traguardo vista la difficoltà. Così, a metà del quarto giro le “sorprese” sono finite e in gara, con la luce ormai scarsa, sono rimasti nuovamente Jarvis (Husaberg), primo, e Lampkin (GAS GAS) secondo.

     

    Per quanti non hanno avuto modo di conoscere la formula dell’Hell’s Gate, avere due soli piloti al traguardo può sembrare incredibile. Vero?

     

    Bene, andate a guardare il video realizzato in alcuni dei passaggi più difficili della competizione e ogni dubbio verrà fugato!

     



  • gen 27 2011

    Hell’s Gate 2011, meno di un mese al via


    Per l’ottava edizione dell’Hell’s Gate tutto è quasi pronto. Quasi perché il team di Fabio Fasola, patron dell’evento, sta correndo lungo le piste che saranno incluse nella manifestazione sportiva per ultimare il tracciato estremo che verrà affrontato dai concorrenti sei volte, al freddo, al buio e col ghiaccio. Un condensato di difficoltà che renderanno, ancora una volta, l’Hell’s Gate terreno proibito per la maggior parte dei partecipanti. Infatti, dove arriverà la tecnica potrebbe non arrivare la resistenza fisica e poi c’è l’Hell’s Peak, una salita impossibile da affrontare preferibilmente con l’elicottero!

     

    L’Hell’s Gate 2011 prenderà il via alle 7 del mattino del 12 febbraio mentre i 30 piloti selezionati per la fase 2 partiranno dallo stadio de Il Ciocco alle ore 15:30 del pomeriggio. Quattro i giri del mattino con una speciale cronometrata dalla seconda tornata.

     

    Le iscrizioni sono aperte (il modulo è scaricabile qui) e i posti disponibili 150. In ogni caso non c’è tempo da perdere, la risposta degli appassionati enduristi è stata entusiasmante; i giochi sono quasi fatti!

     

    Tra le adesioni ci sono già dei nomi di spicco come Taddy Blazusiak, vincitore delle edizioni 2008 e 2009, Andreas Lettenbichler con la Husqvarna, sesto in cima al’Hell’s Peak nel 2009, e l’americano Cody Webb, trialista e specialista delle gare estreme e ora in forza alla Beta.

     

    Media partner dell’iniziativa sarà, come sempre, Virgin Radio che propone un premio speciale al primo pilota non professionista che transiterà primo al controllo di passaggio della fase pomeridiana.

     

    Se volete avere un assaggio pratico di quello che potrebbe aspettarvi (in realtà, purtroppo per voi, sarà molto più difficile) qualora decidiate di partecipare alla manifestazione, vi consigliamo di dare un’occhiata al video che abbiamo realizzato presso il “campus” di enduro di Fabio alcuni mesi fa.

    [swm_video_embed]

ROAD RACING 2014

ultimi commenti

iscriviti