sampleImg

  • lug 05 2011

    TNT R160 già disponibile dai concessionari Benelli

    La cattiva TNT R160, tre cilindri e tanta potenza da vendere, è disponibile presso i concessionari Benelli. Questo mostro, il più potente della “dinastia” TNT, si arricchisce di sospensioni regolabili e di un propulsore rinnovato e superquadro (con alesaggio di 88 mm e corsa di 62) da 1.130 cm3 di cilindrata alimentato a iniezione elettronica grazie a tre grandi corpi farfallati circolari di 53 mm di diametro.

     

    La trasmissione è a 6 rapporti, con finale a catena, frizione a secco dotata di dispositivo anti-saltellamento e comando idraulico con particolari tecnici decisamente più leggeri. Il risultato che raggiunge la R160 si esprime in cavalli, ben 157,8 (116 kW) a 10200 giri/min. Un eccezionale compromesso tra allungo e coppia del quale può essere capace solo un motore a tre cilindri.

     

    Benelli ha lavorato anche sul reparto sospensioni dotando la TNT di una forcella Marzocchi a steli rovesciati di 50 mm di diametro regolabile in tutte le funzioni, elastiche e idrauliche, e un monoammortizzatore ZF Sachs collegato a leveraggi progressivi che aumentano il rendimento della sospensione posteriore per scaricare sull’asfalto l’esuberanza del tre cilindri.

     

    La ciclistica si completa con i cerchi in alluminio da 3.50” all’anteriore (per uno pneumatico della misura 120/70), e 6.00” per montare pneumatici di diverse misure tra le quali 190/50 di primo equipaggiamento e due ulteriori soluzioni omologate, di 180/55 e 200/50 (quest’ultimo particolarmente indicato per l’uso in pista).

     

    L’impianto frenante è composto di due dischi anteriori di 320 mm di diametro e pinze monoblocco Brembo, insieme al mono disco posteriore di 240 mm di diametro con pinza a doppio pistoncino. La R160 è proposta in due colorazioni: bianca con telaio rosso, e rossa con telaio grigio titanio opaco.

     



    • Facebook
    • Twitter
    • MySpace
    • LinkedIn
    • email
    • RSS
    • FriendFeed
    • StumbleUpon
    • Google Buzz
    • Tumblr
    • del.icio.us
    • Digg

    • Nessun commento

ROAD RACING 2014

ultimi commenti

iscriviti