sampleImg

  • feb 28 2011

    Taddy Blazusiak e Metzeler Six Days Extreme sul tetto del mondo nel mondiale di Enduro Indoor



     

    Anno nuovo, campione vecchio! Taddy Blazusiak sovverte il vecchio adagio confermandosi nuovamente, e per il secondo anno consecutivo, Campione del Mondo di Enduro Indoor grazie anche ai nostri Metzeler Six Days Extreme.

     

    Il polacco ormai viene considerato dai più come un autentico artista della disciplina. Audace, smisurato e capace di rimonte impensabili, nelle arene indoor off road Taddy tiene un ritmo infernale per la concorrenza, superando gli ostacoli del percorso con una facilità disarmante rispetto a quanto fanno gli avversari diretti.

     



     

    Il titolo del campione KTM a onor del vero, quest’anno è maturato prematuramente a causa della situazione economica internazionale che ha suggerito alla FIM di annullare i tre appuntamenti del campionato in Brasile, Spagna e Portogallo.

     

     

    Blazusiak, in ogni caso, guidava la classifica mondiale con 103 punti, seguito da Joakim Ljunggren con 86 e Mika Ahola con 73 punti. Il campione del mondo 2010 e detentore di due corone AMA Endurocross era considerato il favorito anche per la stagione 2011 e con i nostri Metzeler Six Days Extreme ci sono buone chance anche per la stagione 2012.

     

     

    Nel frattempo, in attesa che parta il Maxxis Fim Enduro World Championship il 2 aprile in Spagna, godetevi la sintesi delle gare relative al weekend di Genova disputate nel primo appuntamento dello stagione nel mese di novembre.

     



  • feb 25 2011

    Motodays 2011: quasi ci siamo..

    La capitale apre alle moto, dal 10 al 13 marzo prossimi Roma ospiterà la terza edizione di Motodays. Anche quest’anno le novità non mancheranno, e per quanti hanno dovuto “disertare” il Bike Expo di Verona, evento che ha aperto ufficialmente la stagione motociclistica dei saloni nazionali, adesso c’è l’occasione per rifarsi e curiosare tra le novità di gamma del 2011 di ciascuna casa. Cinque padiglioni per passeggiare dentro un’eccezionale vetrina motociclistica nella quale daranno bella mostra di sé gli stand ufficiali di Aprilia, Piaggio, Gilera, Derbi, Moto Guzzi, Scarabeo e Vespa (l’intero Gruppo Piaggio), Honda Italia, Yamaha Motor Italia e Ducati.

     

    Come “tradizione” vuole, al Motodays il pubblico non potrà sottrarsi alle manifestazioni previste nelle quali sarà anche parte attiva dello spettacolo. Una particolare interpretazione della passione motociclistica sarà lasciata agli amanti del custom grazie alla presenza di diversi guru internazionali di tale “disciplina” come Jeff Decker e la Indian Larry Motorcycles.

     

    Oltre ai custom uno spazio “amarcord” verrà allestito per le moto italiane più significative degli ultimi 50 anni della storia nostrana. La collezione formata da una ventina di pezzi unici e rarissimi e all’area espositiva dedicata verrà affiancata la mostra scambio dedicata ai collezionisti alla ricerca del “pezzi” di valore.

     

    Il Motodays però non sarà solo un’occasione per lenire i capricci degli appassionati motociclisti, ma anche un momento nel quale avvicinare il pubblico più giovane alle discipline motoristiche. Grazie al patrocinio del comune di Roma e con il supporto della FMI sarà allestita una pista di sterrato per la prova dei mezzi. Anche i ragazzi accompagnati dai genitori potranno testarsi sul tracciato off road.

     

    Come potete immaginare le iniziative e le attrazioni del Motodays non sono affatto finite, pensate al MARKET ONE TO ONE, il progetto di Motodays per realizzare la più completa esposizione di mezzi usati dei dealer ufficiali dei marchi presenti in esposizione; IL TURISMO IN MOTO per condividere e conoscere le esperienze, gli itinerari, gli accessori, i consigli e le proposte di viaggio; i IL FOCUS SULL’AFTERMARKET per curiosare dal vivo e in prima persona nelle offerte dei principali dealer specializzati; i DEMO RIDE E CORSI per testare con mano le proposte delle case; I TROFEI minimoto, junior e senior, supemotard, maxiscooter, quad motard, minibike motard, oltre al campionato italiano minibike, che insieme alle evoluzioni di stuntriders e freestylers completeranno il programma della manifestazione.

  • feb 24 2011

    Triumph avanti tutta

    E’ tempo di novità in casa Triumph. Sparate tutte le cartucce relative ai modelli 2011 si pensava che la casa inglese, oltre il demo ride della Tiger 800, non avesse pensato ad altro. Niente da fare invece, ci sono news sul fronte moto e non sono neanche poche perché riguardano la Daytona 675, la Bonneville e la Speed Triple 675.

     

    Il termine è il 31 maggio, quindi, se interessati, affrettatevi!

     

    Fino a quella data, infatti, la supersport verrà venduta con un pacchetto “racing” omaggio composto da scarico Arrow, leve corte regolabili ricavate dal pieno e cambio rapido Quickshifter, ovvero si sale di marcia senza togliere il gas.

     

    Stesso termine, altra soluzione per la Bonneville e la Bonneville SE e la T100 Black che verranno consegnate con un pacchetto di accessori composto dal maniglione per il passeggero cromato, il cavalletto centrale e la sella Contemporary nera.

     

    Le Speed Triple 675cc, infine, verranno equipaggiate con cupolino, pannelli copri radiatore e puntale verniciati in tinta. Un nuovo appeal sportivo per la potente naked di media cilindrata che conta su un motore tre cilindri da 108CV a 11700giri/min, il tutto per soli 189kg in ordine di marcia.

     

    Ecco per voi la galleria fotografica della gamma Triumph e a proposito di questo, da pochi giorni la casa inglese ha aperto una sezione foto direttamente sul piattaforma Flickr consultabile da tutti gli appassionati..

  • feb 23 2011

    Track Days e Demo ride: le attività di BMW Motorrad

    Ancora un mese e l’inverno sarà finito, almeno ufficialmente insomma. Le giornate saranno più lunghe, più calde e la passione per la moto acquisterà il fervore che l’inverno ha solo temporaneamente sopito. Per soddisfare le esigenze motociclistiche della nostra community, quindi, ci è sembrato utile fare il punto delle attività più interessanti alle quali non bisogna assolutamente mancare. La settimana scorsa vi abbiamo parlato del demo ride tour organizzato da Triumph per presentare le nuove Tiger 800 e Tiger 800XC.

     

    Questa settimana iniziamo col segnalarvi altri appuntamenti di notevole spessore ai quali dedicheremo dei post. Oggi è la volta del BMW Track Test Tour che ha l’obiettivo di avvicinare il pubblico ad un mezzo assolutamente speciale, estremo e formidabile per l’uso in pista.

     

    Il BMW Track Test Tour è previsto per il 20 e 21 aprile prossimi sul circuito del Mugello e per inscriversi è facile: è sufficiente compilare il format proposto nelle pagine ufficiali del sito BMW Motorrad e avanzare la propria candidatura.

     

    Partecipare, invece, lo è un po’ meno. Considerato l’alto numero delle richieste che perverrà, BMW Motorrad si riserva di confermare solo agli “ammessi” la partecipazione al test. In pista ci saranno 30 BMW S 1000RR che verranno impiegate in turni di guida da 20 minuti. I partecipanti verranno affiancati dagli istruttori BMW e formati attraverso dei briefing che precederanno le attività di guida.

  • feb 22 2011

    Hell’s Gate 2011, quasi impossibile..

    Dopo otto edizioni il fascino della manifestazione è rimasto immutato. Hell’s Gate è ancora una competizione di enduro estremo e negli anni il prestigio e le difficoltà sono cresciuti. Fabio Fasola, una vita prestata alle competizioni off road, per il 2011, ha organizzato una competizione aperta a tutti ma con un livello di difficoltà estremamente selettivo. In realtà è proprio questa la formula della gara.

     

    La vittoria è andata a Graham Jarvis che ha preceduto di oltre venti minuti Dougie Lampkin. Jarvis ha condotto in solitaria la prima manche del mattino fatta di 4 giri per 16 chilometri di gara. Nel pomeriggio, i trenta finalisti si sono sfidati nuovamente con una formula diversa. Tutti contro tutti, ma completare i cinque giri è già un traguardo vista la difficoltà. Così, a metà del quarto giro le “sorprese” sono finite e in gara, con la luce ormai scarsa, sono rimasti nuovamente Jarvis (Husaberg), primo, e Lampkin (GAS GAS) secondo.

     

    Per quanti non hanno avuto modo di conoscere la formula dell’Hell’s Gate, avere due soli piloti al traguardo può sembrare incredibile. Vero?

     

    Bene, andate a guardare il video realizzato in alcuni dei passaggi più difficili della competizione e ogni dubbio verrà fugato!

     



ROAD RACING 2014

ultimi commenti

iscriviti