sampleImg

  • ago 31 2010

    Wheels are the Champions by Metzeler!


    Poco meno di due settimane. Questo è il tempo che rimane per partecipare al concorso Metzeler Wheels are the Champions” realizzando e pubblicando online un video nel quale viene simulata la guida di una moto. Non è necessario averne una però. Anzi, non serve proprio. E’ più utile avere un pizzico di pazzia e di “stravaganza” così da realizzare dei video ancora più originali.
    Se date un’occhiata al materiale presente sul canale dedicato www.wheelsarethechampions.com, vedrete tanti “smanettoni” in azione. E se la vostra “vena artistica” ancora non ha suggerito niente, non esitate, spremete la moto passione che vi arde dentro e mostrateci cosa siete capaci di fare in sella ad una moto… “virtuale”.
    Dateci col gas allora! Pubblicate il vostro video e ritagliatevi una “fetta di gloria” perché il 13 settembre.. finisce la “giostra”!

  • ago 30 2010

    Metzeler Six Days Extreme, vicini al titolo WEC 2010 in classe E2!

    WEC_Grecia

    Il weekend appena trascorso a Serres, in Grecia, ha regalato a Metzeler altri importanti successi. Nella classe E2, dove i nostri piloti stanno correndo a grandi passi verso il titolo mondiale, Mika Ahola (HM-Honda) e Ivan Cervantes (KTM) si sono scambiati le posizioni di vertice nei due giorni di gara. Il sabato, è stato il pilota spagnolo della KTM ha conquistare il successo; la domenica, il finlandese ha raggiunto il gradino più alto del podio.
    La sfida tra Ahola e Cervantes ha tenuto sulle spine tutti noi di casa Metzeler. Entrambi i piloti sono in lizza per il titolo e mancano solo quattro appuntamenti per definire il nome del campione del mondo 2010.
    Il prossimo weekend agonistico, il 3 ed il 4 settembre in Turchia, Metzeler potrebbe già ipotecare il titolo con uno dei due attuali leader della classifica. Mika Ahola, infatti, conduce il mondiale con 288 punti; segue Ivan Cervantes con 258. I principali rivali, tra questi Tomas Oldrati (KTM), altro pilota Metzeler, e Pierre Alexandre Renet (KTM), sono distanti, rispettivamente, 80 e 79 punti dal leader. Con “soli” 100 punti ancora da contendere, i nostri Metzeler Six Days Extreme giocheranno il loro primo match point tra appena cinque giorni già nella manche di sabato.
    Nella classe E1, invece, Eero Remes (KTM) con i nostri Six Days Extreme ha conquistato il suo secondo successo di categoria approfittando delle disavventure occorse al leader Antoine Meo (Husqvarna) e precedendo Guerrero e Aubert, altro nostro pilota.
    Nella seconda manche, il leader del mondiale, Meo, ha colto un meritato successo precedendo sul traguardo nuovamente la coppia Metzeler: nell’ordine Aubert e Remes.
    Nonostante la striscia di successi di Antoine Meo, primo con 253 punti, i piloti Six Days Extreme sono ancora il lizza per il mondiale: Eero Remes segue con 231 punti; Johnny Aubert con 220.
    Infine nella classe E3 il “nostro” David Knight (KTM) ha chiuso la manche del sabato al secondo posto dietro Christophe Nambotin (Gas Gas); ottavo Simone Albergoni (KTM). Nella seconda manche, invece, il leader del mondiale ha acciuffato il successo portando i nostri Six Days Extreme sul gradino più alto e suggellando ulteriormente il vantaggio nel mondiale su Nambotin ora staccato di 52 punti.
    Metzeler chiude la tappa greca con quattro successi su sei manche disputate.

  • ago 27 2010

    Ridexperience: Padova – Sidney… in moto!

    TureAdventure

    Uno sproposito di chilometri! Questo è l’intento di Ture, un venticinquenne appassionato di musica e viaggi che ha deciso di partire da Padova per raggiungere l’Australia. Non importa il tempo che impiegherà, importano solo il viaggio, le culture, le emozioni, i paesaggi e le persone che incroceranno la sua avventura. Sulle spalle di Salvatore Marco, questo il suo vero nome, ci sono migliaia di chilometri macinati in sella ad una moto. Ha viaggiato tanto e la sua “sete” di curiosità e scoperta non si è ancora placata. Il suo viaggio è iniziato il 17 maggio scorso in sella ad una Yamaha XT660Z Ténéré del 2008 con la quale, è suo intento, arrivare sino a Sidney attraversando tutto il Sud-Est asiatico.
    Possiamo seguirlo, incoraggiarlo e sostenerlo attraverso il suo sito internet , ma anche leggendo, di tanto in tanto, lo spazio che abbiamo deciso di dedicargli sul nostro blog corporate. Se non è una “ridexperience” questa!?!?

  • ago 25 2010

    BMW GS Academy: il video del training di enduro organizzato da BMW


    Verso la fine di maggio, in concomitanza con l’avvio della con BMW Motorrad GS Academy, dedicammo un post al corso avanzato di guida su terra che BMW organizza per i clienti, ma anche per gli appassionati delle due ruote che vogliono specializzarsi nella guida su sterrato.
    Sono trascorsi dei mesi e nel frattempo anche le giornate di corso GS Academy in programma per i mesi di maggio, giugno e luglio, se ne sono andate!
    Il “timetable” prevede ancora quattro appuntamenti ai quali partecipare: il 17 – 18 e il 18 – 19 settembre, e l’1 – 2 e 2 – 3 ottobre. Come vi abbiamo raccontato nel precedente post, i corsi vengono svolti con l’intera gamma enduro della BMW (la G 450 X, la G650 Xchallenge, la R 1200 GS, la R 1200 GS Adventure, l’HP2 Enduro e le bicilindriche F 800 GS e F 650 GS).
    Le location scelte sono le tenute di Castelfalfi, a Montaione (FI) tra San Gimignano e Volterra. Si tratta di un’oasi naturale attraversata da oltre 100 km di strade sterrate sviluppate all’interno di 1.180 ettari di colline che ospitano tre differenti tipologie di terreno: sabbioso, argilloso, compatto con pietre.
    Per i più indecisi, ecco il video relativo ai corsi GS Academy nei quali valutare gli esercizi, il parco moto e il livello di preparazione cui è possibile ambire al termine del training di enduro BMW.

  • ago 23 2010

    Creata per l’I-Phone un’applicazione per i motociclisti: “auto e moto rubate”

    Iphone2

    L’I-phone è un dispositivo palmare dalle molteplici funzioni. Parlarne sul nostro blog, se non da un punto di vista puramente motociclistino, non avrebbe senso. Quindi, eccoci a presentarvi un’applicazione per questo “cellulare” che, appunto, concilia la telefonia con le tematiche a noi care. Alcune settimane fa ha fatto notizia una utility “curiosa” creata per questo telefono. Si chiama “Auto e moto rubate” e permette di conoscere se una moto (funziona anche per le auto) della quale conosciamo la targa risulti rubata. Questo software collega l’I-phone con il data base della Polizia di Stato e in pochi secondi permette di conoscere se il mezzo è stato oggetto di denuncia penale. In caso di furto, infatti, l’utility visualizzerà: il tipo di veicolo, la marca ed il modello, il suo numero di telaio e la data, l’ora ed il luogo della denuncia.
    Speriamo che non sia mai necessario utilizzarla!

ROAD RACING 2014

ultimi commenti

iscriviti