sampleImg

  • gen 29 2010

    Metzeler Tourance completano un’opera eccezionale: la BMW GS 1200 model year 2010!

    BMW r1200gs
    E’ nuda, comoda, sportiva, elegante, sobria, originale, immortale. ha due cilindri… e sono boxer. Passano gli anni, sono trenta ormai, ma lei rappresenta sempre il top. Sto parlando della BMW GS 1200. Per me è poesia! Se devo immaginarmi in viaggio su una moto, senza alcuna preoccupazione rispetto alla distanza e/o del percorso da affrontare, qualsiasi sia il percorso – autostrada, montagna, sterrato.. – allora non posso che vedermi in sella a questa moto.
    La Giesse è un mezzo sempre nuovo ma per il 2010, nonostante l’estetica sia rimasta invariata, Monaco di Baviera l’ha “pompata” con altri cinque cavalli. Le novità sono nei dettagli, forse anche per BMW è stato difficile migliorare una moto praticamente perfetta. :-D
    E’ stato introdotto il doppio albero a camme in testa (ereditato dalla tecnologia DOHC della più cattiva HP2), la valvola allo scarico e i condotti di aspirazione più ampi. La GS ha guadagnato 500 giri motore e una coppia più robusta!
    Per meglio enfatizzare le qualità tecnico/dinamiche di questo must delle due ruote, però, BMW aveva necessità di trovare dei pneumatici altrettanto eccezionali. Ed è così che la GIESSE ha incontrato le Metzeler Tourance EXP. Un matrimonio perfetto!
    Le nostre gomme Enduro Street per eccellenza hanno la cintura a 0 gradi in acciaio sull’anteriore per migliorare la precisione in rettilineo, in frenata e aumentare la capacità di assorbimento degli urti a pieno carico. Per tutte le condizioni, asciutto e bagnato, resistenza alla distanza e alla fatica, a mio avviso le Tourance EXP sono l’UNICA SOLUZIONE possibile!! :-D
    Leggi i racconti dei viaggi dei nostri lettori in sella alla BMW GS 1200:
    1) Metzeler across the world: Alexandre Leger da Parigi a Katmandu;
    2) Quando viaggiare è un piacere, una missione e un’avventura;
    3) Metzeler… direzione Capo Nord!;
    4) Metzeler e Marcello Carucci ancora compagni di viaggio;
    5) Viaggio in Himalaya – Con Metzeler a un passo dal cielo;
    6) Metzeler in Himalaya con Fulvio Dodich.

  • gen 28 2010

    I nostri amici del Club Pompone dai Guareschi a Parma

    guzzi_guareschi_28.01.10

    Ecco il racconto del nostro amico Maurizio che insieme ai suoi compagni di scorribande del Club Pompone lo scorso weekend ha fatto visita alla concessionaria Guareschi di Parma:

    “Alle ore 10.00 entriamo in quella che sembra una normale concessionaria Moto Guzzi, ma un po’ di sorprese ci aspettano, arrivano i visitatori e le danze iniziano. Il Guaro ci tiene incollati alla MGS01 con la quale ha vinto a Daytona, mettendo alla frusta altri team titolati, i suoi racconti dei lavori sulla moto e di come si svolgevano queste avventure racing erano commoventi, poi il suo essere cicerone ci portava quasi a viverle come da protagonisti, un po’ del popolo si infilava nell’officina dove il veterano Claudio ci stendeva con i racconti della sua carriera mototuristica, con orgoglio ci mostrava le foto dell’Elefanten al Nurburgring, della Rosa d’Inverno, del meeting al Col del Sommelier e di quegli eventi che erano quasi d’obbligo per chi viaggiava veramente…wow che ricordi, poi gli sguardi passavano alle moto classiche in restauro, in ogni angolino qualche creatura era in attesa di cure e poi al banco prova, dove ci lustravamo gli occhi a vedere i pezzi speciali che rendono così veloce la twin cardanica da loro preparata, qualche carena appesa è la prova che loro c’erano dove l’aria era racing, poster vari dedicati anche a Vitto, uomo della Ducati Moto GP, a confermare che la famiglia Guareschi è ammalata di questa passione, qualche curioso cliente viene a salutare, mentre dal bancone spuntano parmigiano e altre specialità locali per chiudere in bellezza questo incontro, il tempo vola, siamo a tavola e già abbiamo nostalgia di quel postaccio! :-)

    guzzi_guareschi_2_28.01.10

  • gen 27 2010

    Metzeler Six Days Extreme presentano: FIM Enduro World Cup – Genova


    Ancora Tadeusz Blazusiak! Per celebrare il successo delle nostre Six Days Extreme, (e lo faremo sino all’ultima prova di Barcellona il 31 di questo mese) vi propongo oggi tutte le gare del FIM Enduro World Cup disputate il 5 dicembre a Genova.
    Nessuna sorpresa sul protagonisti assoluti.. sempre Blazusiak, sempre KTM, sempre Metzeler Six days Eztreme. Per il resto, ancora una volta, lascio la parola alle immagini… :-D

  • gen 25 2010

    Metzeler Six Days Extreme presentano: FIM Enduro World Cup – Gran Bretagna

    Abbiamo vinto il mondiale enduro indoor e con una gara ancora da disputare, siamo in corsa per conquistare anche il secondo gradino del podio! Taddy Blazusiak è il guerriero che ha fatto sue tre manche su tre: Gran Bretagna, Italia e Spagna! Il pilota polacco, sono i numeri a confermarlo, la mia opinione è quasi superflua, è stato il miglior interprete di ogni singolo tracciato, della KTM e delle nostre Metzeler Six Days Extreme!

    Adesso facciamo il tifo per l’altro pilota, Ivan Cevartens (KTM), secondo in classifica con soli tredici punti di vantaggio su Joakim Ljunggren (Husaberg).

    Chiacchiere a parte, con queste righe volevo SOLAMENTE introdurre le immagini fantastiche della prima e della terza gara disputate a Sheffield il 31 ottobre scorso! :-D

  • gen 22 2010

    Metzeler adatte anche per la pausa caffé

    Thruxton Red

    Non è un idea mia!
    Pensavo che le nostre gomme fossero adatte a tutte le condizioni di terreno. TRIUMPH però, ha scelto i nostri pneumatici per portarci a prendere il… caffé!!
    Dopo la Bonneville T100 della quale vi ho parlato qualche post fa, infatti, oggi vi presento una cafè racer made in England: la THRUXTON. Anche per lei abbiamo scelto le Metzeler Lasertec. O forse è più corretto affermare che Metzeler e Triumph si sono nuovamente scelte.

    Questa motocicletta sportiva, tirata e sobria monta un motore bicilindrico parallelo da 865cc a iniezione elettronica raffreddato ad aria che sviluppa 70 cavalli. Per intenderci, lo stesso motore della Bonneville T100 ma con un po’ più di grinta grazie alle modifiche apportate agli alberi a camme.
    Rispetto alla sua cugina T100, la Thruxton ha un manubrio con una curvatura classico-sportiva e gli specchietti montati alle sue estremità. La linea nostalgica delle nude anni ’60 si chiude con uno scarico 2 in 1 che termina con un silenziatore a megafono.

    Secondo Triumph questa motocicletta Modern Classic ruggisce come una leonessa!!

    Non ci rimane che andare a provarla!! :-D

ROAD RACING 2014

ultimi commenti

iscriviti